Band of heroes Rossignol


  
  

Dopo aver celebrato la loro passione per il racing al traguardo di Bellevarde in Val d'Isère quattro anni fa, la saga "Band of Heroes" inaugura un nuovo capitolo a Kitzbühel.


Questa volta, l'obiettivo è rassicurare la sua nuova generazione di eroi sul fatto che il nostro famoso gruppo si è riunito, condividendo la frenesia della competizione in una gioiosa gara improvvisata in cima alla pista più famosa del mondo: la Streif di Kitzbühel.


E per rendere la festa ancora più bella, la Band of Heroes si ingrandisce con campioni di ogni tipo, siano essi atleti di biathlon, fondisti, sciatori delle Paralimpiadi o freestyler!

Ciò che li accomuna non è l'età, né il livello, né le medaglie vinte, ma sono i sogni, i desideri e le speranze. All'interno del gruppo, si respira sempre questa gioia incontenibile di condividere le emozioni e l'eccitazione che si prova al cancelletto di partenza, quel brivido della velocità, quel senso di pienezza che si avverte nella discesa, quella fiamma nella fatica e l'incandescenza nella vittoria.



È per i nostri eroi e con i nostri eroi che mettiamo a punto, con un'attenzione costante alle performance e all'innovazione, le migliori attrezzature possibili, offrendo loro i mezzi necessari per realizzare i loro sogni, trasmettere e condividere la loro passione e vivere alla grande le loro emozioni.

 


  


  

Rossignol band of heroes


  

LA TECNOLOGIA LCT


Nata dalla tecnologia LCT (LINE CONTROL TECHNOLOGY), utilizzata dagli atleti di Coppa del Mondo, la tecnologia LCT offre potenza ed energia in ogni circostanza e in qualsiasi condizione. Con il suo rail centrale integrato sull'intera lunghezza dello sci, la struttura LCT elimina parte della contro-flessione per garantire una stabilità perfetta e un controllo dinamico della traiettoria in curva.


 


  
  L'ATTREZZATURA PERFETTA DELL'EROE 

 


  

band of heroes skiboot

HERO WORLD CUP

L'intera gamma HERO World Cup è dotata della nuova tecnologia DUAL CORE. DUAL CORE indica l'iniezione di materiali di rigidità differenti nello stesso stampo attraverso tre punti di iniezione sullo scafo e due sul gambetto. Questa tecnologia consente di modulare in maniera estremamente precisa sia la progressività del flex che il sostegno posteriore e l'elasticità. Inoltre, la trasmissione laterale diventa straordinariamente efficiente. Testata e approvata dai migliori atleti del mondo come Tessa Worley, campionessa del mondo di gigante e vincitrice della Coppa del Mondo di Gigante 2017.

band of heroes helmet

HERO 9 FIS IMPACT

Il meglio della protezione per la nostra Band of Heroes. Come tutti i nostri caschi, il modello HERO 9 IMPACTS FIS è dotato di tecnologia IMPACTS che permette di resistere a numerosi tipi di impatto, garantendo una capacità di assorbire gli urti più a lungo e una maggiore protezione dello sciatore nel tempo

band of heroes skis

HERO ELITE SHORT TURN Ti

Il nuovo HERO ELITE ST Ti è uno sci potente dedicato agli sciatori di elevato livello tecnico. La nuova tecnologia LCT offre sensazioni immediate, una tenuta migliore e più controllo. La struttura sandwich World Cup in Titanal offre una stabilità totale e una potenza ottimale. Il suo raggio di 13 m e la sciancratura (122/68/104) garantiscono aggressività ed efficacia. Uno sci pensato per gli amanti della neve liscia, delle curve strette e del carving a velocità elevate.

100% racing.


 


  

Rossignol band of heroes


  

UNA GAMMA PER ESPERTI

È una gamma Expert completamente rinnovata quella che arriverà sul mercato l'inverno prossimo con un modello Premium per la tecnica Classic, finora presente solo nello Skating. Avvalendosi delle competenze e dei test dei nostri atleti nelle varie edizioni della Coppa del Mondo, Rossignol propone un modello innovativo per ottimizzare ulteriormente le prestazioni. E il modello Skating non è certo da meno, grazie al miglioramento della struttura che lo rende ancora più scorrevole.

 


  

band of heroes shoe

X-IUM CARBON PREMIUM CLASSIC

La combinazione di diversi materiali rigidi e flessibili offre a questa scarpa tutta la flessibilità necessaria per la pratica della tecnica classica, insieme a una grande stabilità laterale per un controllo ottimale

band of heroes skis

X-IUM PREMIUM CLASSIC

Il nuovissimo XIUM Premium Classic proietta gli sciatori in una nuova dimensione. La sua struttura innovativa, la nuova geometria, la spatola alleggerita e il concept di bordi attivi, rendono le prestazioni ancora più accessibili senza il minimo compromesso. 3 versioni: C1 per neve farinosa fredda, C2 per tutte le condizioni di neve e C3 per neve dura.

band of heroes poles

AIR FORCE WCS PREMIUM

Asta 100% in carbonio UHM per una leggerezza e una rigidità ottimali, strap ergonomico per un'efficacia perfetta, impugnatura in sughero naturale per il comfort e rondella intercambiabile per adattarsi a tutte le condizioni di neve.

 


  
  

Rossignol band of heroes

"VINCERE SU QUESTA MITICA PISTA DEVE ESSERE DAVVERO INCREDIBILE!"

Per molti era la prima volta a Kitzbühel. E anche se la stazione sciistica austriaca non fa parte delle città che ospitano la Coppa del Mondo femminile, rimane una località di spicco nell'universo dello sci, un luogo che conta più degli altri, una sorta di mito! Inutile dire che salire con Henrik Kristoffersen sulla cabina dell'ovovia che porta il suo nome, subito dopo l'inaugurazione, è stato un momento bellissimo, anche per Tessa Worley con i suoi due titoli di Campionessa del Mondo: « Vincere su questa pista mitica deve essere davvero incredibile; immagino che ci si senta sopraffatti da mille emozioni, come se si avesse la sensazione di entrare a far parte della storia… In questa cabina, Henrik era emozionato, aveva voglia di condividere, lo si avvertiva chiaramente! »

 

Rossignol band of heroes

Tra gli sciatori, la scarica elettrizzante è sempre contagiosa, indipendentemente dalla disciplina, dal luogo, dall'atmosfera.

Bisogna dire che condividono molte cose, dalla passione per la discesa all'eccitazione delle competizioni, dalla messa a punto delle attrezzature all'ebbrezza della vittoria, dal lungo lavoro di allenamento a quello poco visibile e introspettivo che l'atleta fa su se stesso. E soprattutto, la magia della neve e dell'inverno, questo denominatore comune.

Rossignol band of heroes

"SONO TANTE LE EMOZIONI CHE CI ANIMANO E CI LEGANO."

Due atleti di eccezione. Due discipline diverse. Due personalità del mondo della sci.

I francesi Jean-Baptiste Grange e Martin Fourcade si sono ritrovati insieme per qualche ora, per condividere ciò che li accomuna: la passione per la competizione, per la vittoria, ma anche l'emozione di riportare alla mente ciò che li ha fatti fremere e sognare nelle ultime stagioni. Prima di iniziare la prossima, che si annuncia anch'essa ricca di eventi e di emozioni.

 

Rossignol band of heroes

"IMPOSSIBILE ANDARE VIA SENZA IMMORTALARE QUESTO MOMENTO!"

Andare a Kitzbühel appena finita la stagione è come visitare il Maracanà senza nessuno dentro richiamando alla memoria l'atmosfera che si può respirare in questo stadio e i momenti di storia dello sport che si sono susseguiti su questi spalti.

Qui, a Kitzbühel, la porta di ingresso per toccare con mano la magia della Streif è il cancelletto di partenza della pista. Così, tutti hanno voluto provare che effetto fa trovarsi in cima alla pista, prima della partenza. « Volevamo vivere il mito e vedere se la partenza della Streif era così impressionante come appare dalle immagini in TV… E non siamo rimasti delusi! Impossibile andare via senza immortalare questo momento! », ci ha confidato Nina Loeseth.

 


  
  

Rossignol band of heroes




Al centro della foto, Henrik Kristoffersen (1) dà libero sfogo a tutta la sua gioia. Vincitore dello Slalom nel 2016 e 2° nel 2014 a Kitzbühel, il norvegese ricorda con soddisfazione quei momenti e, nel frattempo, tiene d'occhio il giovane prodigio americano River Radamus (2), neovincitore dell'argento in Combinata ai Campionati del Mondo Junior. Dietro, Federica Brignone (3), 5a nella classifica generale di Coppa del Mondo nel 2017, si gode l'entusiasmo del momento insieme a uno dei giovani atleti dello Ski-Club di Kitzbühel, Felix Hofer (4). A sinistra, impossibile trattenere i due sciatori acrobatici Ben Valentin (5), 2° nella Coppa del Mondo di Half-Pipe, e Perrine Laffont (6), campionessa del Mondo di Gobbe, troppo eccitati all'idea di vivere l'emozione della Streif!

 

Rossignol band of heroes





Molti, nel gruppo, non avevano mai provato prima l'atmosfera speciale che regna intorno a una delle discese più spettacolari del circo bianco e la possibilità di sentirsi un tutt'uno con questo ambiente che sa di competizione. Sotto lo sguardo del grande Carlo Janka (1), 3° proprio su questa pista nel 2016, il campione del mondo di sci di fondo Federico Pellegrino (2), i paralimpici Marie Bochet (3), vincitrice di 15 medaglie d'oro ai mondiali, e Alexis Guimond (4), atleta canadese che ha conquistato il bronzo agli ultimi Mondiali, si fanno sentire per sostenere questi giovani discesisti. Nel frattempo, Michelle Gisin (5), medaglia d'argento nella Combinata a St. Moritz nel 2017, aiuta il giovane sciatore di Serre-Chevalier, Louis Luftman (6), a raschiare la sciolina, mentre Kira Weidle (7), 3a ai Campionati del Mondo Junior di discesa, prepara la pista per il prossimo discesista.

 

Rossignol band of heroes




Cancelletto di partenza della Streif. La giovane austriaca Lena Schwarzenauer (1) è pronta a lanciarsi fuori dal cancelletto. Alla sua destra, l'ex sciatore Didier Defago (2), vincitore della discesa di Kitzbühel e campione olimpico nel 2010, la tiene per la spalla e le dà le ultime indicazioni. Dietro di lei, Leif Kristian Haugen (3), neo-vincitore della sua prima medaglia mondiale in Gigante, osserva con attenzione la scena, pronto a incoraggiare Lena non appena lo starter Naomine Iwaya (4), medaglia d'oro ai Giochi Asiatici invernali del 1986, le darà l'ordine di partire. Sul tetto, Jean-Baptiste Grange (5), due volte campione del mondo di Slalom da poco rientrato nel team Rossignol, condivide questo momento con la giovane e promettente svizzera Lara Baumann (6).

 

Rossignol band of heroes




A destra del cancelletto di partenza ufficiale della Coppa del Mondo si trova una zona "segreta" a cui solo pochi sciatori hanno il privilegio di poter accedere. Il decano ritratto nella fotografia Roland Collombin (1), vincitore sulla Streif nel 1973 e 1974, rievoca questi istanti straordinari. La norvegese Ragnhild Ronning (2), promessa dello sci di fondo, e il talentuoso discesista Thomas Dressen (3) assaporano questa atmosfera della partenza.

 

Rossignol band of heroes





Nel frattempo, una giovane atleta dello SkiClub di Kitzbühel ha appena terminato la sua discesa, e bisogna rimettere in ordine la pista! Nadine Fest (1), due volte campionessa del mondo junior, avvita i paletti di una porta, mentre Frida Hansdotter (2), vincitrice della Coppa del Mondo di Slalom 2016, fissa quella successiva con il suo trapano sotto lo sguardo divertito di Hans Petter Buraas (3), campione olimpico nel 1998 che, per l'occasione, si è rifatto lo stesso colore di capelli che aveva all'epoca!

 

Rossignol band of heroes





La scena è degna dei migliori fan club del circo bianco. I tre tedeschi del Team Rossignol non si sono certo risparmiati nell'incoraggiare i giovani dello Ski-Club di Kitzbühel! In alto, Simon Schempp (1), campione del mondo di biathlon, agita una campana, mentre Stefan Luitz (2) e Linus Strasser (3) – 5 podi ciascuno in Coppa del Mondo – lasciano esplodere il loro entusiasmo. Dietro, il grande Christof Innerhofer (4), 2° nella discesa di Kitzbühel nel 2017, guida il coro reggendo in spalla Emma Hofer (5), atleta nativa in questa tappa.

 

Rossignol band of heroes





È con grande passione e con un bel sorriso che Tessa Worley (1), campionessa del mondo di Gigante e vincitrice della Coppa di specialità nel 2017, Nina Loeseth (2), 7 podi in Coppa del Mondo, e Michael Matt (3), tre podi all'attivo, assaporano questo momento di condivisione sulla pista di Kitzbühel. Subito accanto, l'atleta di biathlon Martin Fourcade (4), sei volte vincitore della Coppa del Mondo generale, segue con attenzione la gara per poi condividere la sua importante esperienza con i giovani sciatori.

 


  
  

SCOPRI IL DIETRO LE QUINTE


  


  


  


  
  
  

loading